Da febbraio sono trascorsi molti mesi e lo scenario della vita quotidiana improvvisamente per tutti noi è molto cambiato. Avevamo lasciato gli Eugenio in Via Di Gioia sul palco di Sanremo tra le Nuove Proposte, vincitori del Premio della Critica Mia Martini votato dai giornalisti della Sala Stampa del Teatro Ariston. Addetti ai lavori e personaggi noti dello spettacolo hanno accolto a braccia aperte il loro Tsunami musicale.

Per gli Eugenio in Via Di Gioia la musica non si è fermata e ogni volta in cui è stato possibile suonare o ritrovarsi in studio, nel rispetto delle norme sanitarie, Eugenio, Emanuele, Paolo e Lorenzo, hanno sempre vissuto intensamente questo tempo insieme e lavorato alle loro nuove idee.

È nata così A Metà Strada pubblicata da Virgin Recordsuna canzone dedicata alle relazioni che ogni giorno viviamo e all’importanza di trovarsi a metà strada, talvolta non potendosi toccare, ma sempre nella convinzione che solo venendosi incontro è possibile condividere un percorso di comunità.

A Metà Strada proprio come la Musica: cura, speranza, unione. 

“Come fai, come ci riesci a farmi stare qui a lasciar fuori la malinconia dalla mia testa”. Sia nella vittoria che nella sconfitta l’essere insieme – giocare in squadra! – è quello che fa sempre la differenza. Ecco che si può scrivere “un copione migliore per un finale vero”.

Il nuovo singolo della band torinese segna anche l’incontro con il musicista e produttore tedesco MOGLII, di stanza a Colonia, che con gli Eugenio in Via Di Gioia ha trovato una lunghezza d’onda e una sintonia musicale oltre ogni barriera culturale e di linguaggio.

Moglii, con il suo sound “organic electronic”, ha contribuito a dotare il brano di una sonorità internazionale, nel nome di una contaminazione che ben si unisce allo stile che caratterizza la band.  

Ascolta “A Metà Strada”

Guarda il video diretto da Giorgio Blanco

Ci stai cercando? Scrivici.

5 + 9 =

 

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?